Contesto | la Missione Spaziale NUSES

La missione NUSES [Neutrinos and Seismic Electromagnetic Signals] si propone la realizzazione di due payload scientifici per lo studio della radiazione cosmica e il test di nuove tecnologie nello spazio. Il Satellite è costituito da due Payload [P/L] e dalla Piattaforma Satellitare. La realizzazione dei due P/L Flight Model [FM] è sotto la responsabilità del Gran Sasso Science Institute [GSSI] affiancato dallIstituto Nazionale di Fisica Nucleare [INFN] e da altre istituzioni Italiane e straniere, mentre la Piattaforma e l’integrazione finale del Satellite (Spacecraft, S/C) pronto al lancio sono sotto la responsabilità di Thales Alenia Space Italia [TAS-I].

La missione spaziale NUSES è stata riconosciuta dall’Agenzia Spaziale Italiana [ASI] come progetto di interesse, deliberando un contributo alle spese per il lancio e di gestione del segmento di terra (gestione flusso dati, operazioni, controllo).  I P/L della Missione sono due strumenti denominati rispettivamente TERZINA e ZIRÈ: il primo si propone di osservare la luce Cerenkov prodotta in atmosfera da raggi cosmici e neutrini di altissima energia; il secondo misurerà i flussi di elettroni , protoni e fotoni di origine cosmica. Nella missione NUSE, la RTI [Rete di Imprese] SOPHIAGENI rappresentata legalmente dalla SOPHIA HIGH TECH [mandataria] in associazione con la NUCLEAR INSTRUMENTS [mandante] ed AGE SCIENTIFIC [mandante] è stata scelta dal GSSI per le attività di Progettazione, Ottimizzazione, Sviluppo, Ingegnerizzazione, Realizzazione, Assemblaggio del Satellitè ZIRÈ. In particolare la RTI è responsabile sia dello Structural Model [SM] che del Flight Model [FM] del P/L ZIRÈ, del sistema di alimentazione e della scheda di controllo del P/L TERZINA per il buon esito della missione NUSES. Tutte le attività sono eseguite e qualificate in accordo agli Standard ECSS rilasciati dalla ESA [European Space Agency]

Obiettivi | ZIRÈ Satellite

ZIRÈ è uno dei due Payload a bordo della missione NUSES. Mediante questo strumento, saranno misurati i flussi di elettroni e protoni cosmici di bassa energia (E<300 MeV), studiando anche eventuali correlazioni con attività nella litosfera. ZIRÈ si propone anche come pathfinder tecnologico e per la messa a punto di tecniche innovative per la rivelazione di raggi gamma da sorgenti variabili e fisse.

Le attività svolte alla RTI SOPHIAGENI, si suddividono in:

    • Progettazione, ottimizzazione, ingegnerizzazione, sviluppo e realizzazione delle strutture meccaniche di sostegno del Payload ZIRÈ;
    • Progettazione, ottimizzazione, ingegnerizzazione, sviluppo e realizzazione dell’elettronica di prossimità̀, dell’elettronica di alimentazione, di processamento e di controllo, di tutta la componente software e firmware del P/L ZIRÈ, l’approvvigionamento della sensoristica necessaria;
    • Progettazione, ottimizzazione, ingegnerizzazione, sviluppo e realizzazione dell’elettronica di alimentazione e di controllo del P/L TERZINA e della sua integrazione a livello P/L;
    • l’integrazione finale di SM, EM e FM di ZIRÈ, nonché́ la definizione e realizzazione dei test di qualifica spaziale in team con il GSSI.

Programma | ZIRÈ

Il Progetto si contestualizza nel: Contratto N° 2023-GSSIcle-0008205 del 19/10/2023 relativo alla Gara Europea 2023/S095-292956 del 17/05/2023

CIG 9449783F9C  | CUI F01984560662202200022  | CUP D12F19000040003

Articoli Recenti

Space Propulsion MPGE

AVIO assegna a SOPHIA le attività di supporto per lo Sviluppo, la Realizzazione ed integrazione dell’Innovativo Motore MPGE

ZIRÈ Satellite

Il Gran Sasso Science Institute assegna alla RTI SOPHIAGENI, rappresentata da SOPHIA HIGH TECH le attività diProgettazione, Produzione, Qualifica ed integrazione dell’Innovativo Payload ZIRÈ del satellite NUSES.

SOPHIA & MAPAL in Partnership

SOPHIA e MAPAL firmano un Accordo di Partnership nel settore del CNC Machining per Produzione Aerospace

Progetto T-TECH

Il progetto T-TECH si inserisce nel programma EU Clean Sky 2, all’interno della piattaforma denominata Fast Rotocraft, dove è previsto lo sviluppo di un nuovo velivolo Tiltrotor da parte di Leonardo Elicotteri.

Additive Manufacturing Investment

Sòphia High Tech all’avanguardia nei processi Additive Manufacturing, con investimenti innovativi per lo Spazio: l’impianto SLM TruPrint3000